Leggi, pensaci, commenta se ti va.Iscriviti al feed RSS

Facebook e Skype: sarà amore?

Facebook si butta sulla geolocalizzazione, Foursquare implementa nuove strade per ribattere, Twitter lancia NewTwitter, il web è morto mentre i CAPTCHA stanno benissimo: e intanto Facebook e Skype stringono un accordo che – sul piano economico per loro, e nella vita di tutti i giorni per noi – è quello che forse impatterà più di tutti, almeno nel breve periodo.

Impatterà se non altro perché ci sono più di 500 milioni di utenti iscritti a Facebook, 560 milioni che hanno installato Skype – di cui quasi 125 milioni lo usano almeno una volta al mese: direi che – pur con le dovute sovrapposizioni – siamo di fronte a un accordo che toccherà in modo diretto un bel po’ di gente.

La partnership riguarderà l’integrazione di traffico voce, SMS, chat (e videochat) e Facebook Connect.

Ma vediamo un po’ cosa potrebbe succedere nella pratica e chi ci guadagnerà. Anzi, parto proprio dalla seconda questione, e la risposta è molto semplice: entrambi.

Per Facebook sarà l’occasione di implementare – finalmente – un servizio di chat degna di questo nome e potrà entrare prepotentemente nel mondo delle telecomunicazioni: consentire agli utenti di avere una rubrica gigantesca, con cui poter comunicare via sms o chiamando, diventa un plus non indifferente; Skype porta poi a Zuckerberg un tesoro potenzialmente preziossimo sotto forma di contatti reali di milioni di persone (cosa ci potrà fare lo dirà soltanto il tempo…o lui).

Ricordate i Facebook Credits? Beh, non darei così per scontato che a breve saranno convertiti (o saranno l’equivalente) del credito per Skype…anzi, penso che sia una delle cose che potrebbe cambiare l’approccio delle persone con Facebook: per la prima volta gli utenti potrebbero pagare per ottenere un servizio.

E per Skype? Beh, per Skype sarà l’occasione di incrementare ulteriormente la propria base di utenti, di aumentare sensibilmente il traffico voce/sms/chat che già gestisce e di pensare a nuove forme di pubblicità – cosa non proprio da poco visto l’obiettivo, condiviso con Facebook, di essere quotati in borsa entro il 2012.

Ecco uno screenshot (gentilmente fornito da Kara Swisher) di come dovrebbe presentarsi Skype tra poco:

I più attenti magari si erano già accorti di qualche “strana” novità nella Beta di Skype (5.0.0.123), vedendo cambiare il box dello status dal classico spazio per un messaggio (“d’umore”?!) a una sorta di timeline – molto più simile alla Bacheca di Facebook – dove si tiene traccia dei cambiamenti di status di tutti i contatti.

Ora non ci resta che aspettare qualche settimana e scaricare il nuovo Skype 5.0 (con sui sarà possibile la videochiamata tra 10 persone), e capire in che modo Zuckerberg lo integrerà. Intanto è interessante pensare a come (e se) cambieranno anche le relative applicazioni mobile.

Che ne pensate? Siete d’accordo che l’operazione possa portare vantaggi per entrambi o pensate che uno dei due player si stia andando a infilare in una partnership poco vantaggiosa? E per gli utenti? Credete che sia un’ulteriore innovazione che renderà l’esperienza ancora più completa o avete paura che possano esserci problemi magari legati all’invasività?

Spero davvero – ma ne sono convinto – che l’integrazione in Facebook sarà progressiva, in modo da consentire a tutti gli utenti di decidere da chi poter essere contattati e chi invece escludere: non tutti quelli che Facebook indica come “amici” (“contatti” sarebbe più appropriato, anche se molto meno social…) sono automaticamente persone con cui ho voglia di intrattenermi in videocoferenza.

  • Anonymous

    Insomma, il web diventerà “Faceweb”. :) Bel post!

    • http://lucadelladora.com Luca Della Dora

      Più Skybook per il momento. :D

  • Anonymous

    Insomma, il web diventerà “Faceweb”. :) Bel post!

    • http://lucadelladora.com Luca Della Dora

      Più Skybook per il momento. :D

  • http://twitter.com/McKroskey Fabrizio Caligiuri

    Credo che la partnership porterà solo miglioramenti alla qualità dei servizi Facebook. Skype funziona già molto bene, forse con questa integrazione sarà più semplice trovare il contatto skype di qualcuno.Quello che forse potrebbe incidere negativamente è il fatto che molti utilizzano skype esclusivamente per gestire contatti di lavoro mentre attraverso una integrazione dei contatti ci si potrebbe trovare con i diversi gruppi (lavoro, amici del ping pong, amici di vecchia data) tutti mischiati. Anche se credo che l’integrazione dei contatti sarà opzionale…e poi ci sono sempre le famose “liste” che nessuno utilizza :)

    • http://lucadelladora.com Luca Della Dora

      Potrebbe anche spingere gli utenti a utilizzare – finalmente – le liste per suddividere, come dici giustamente, i contatti e razionalizzare la megarubrica che ci troveremo a dover gestire.

      Per alcuni aspetti potrebbe diventare veramente comodo: vedo su Places che un mio contatto è dalle mie parti, lo contatto via Skype e ci incontriamo. Tutto in 2 click.

      Comodo dicevo, ma anche una gran seccatura se non vengono impostati dei filtri e delle opzioni che consentano di scegliere cosa condividere con chi.

      Per dire, sta mattina – di default – Places aveva le notifiche attive e consentiva a chiunque di utilizzarlo, senza richiedere nulla.

  • http://twitter.com/McKroskey Fabrizio Caligiuri

    Credo che la partnership porterà solo miglioramenti alla qualità dei servizi Facebook. Skype funziona già molto bene, forse con questa integrazione sarà più semplice trovare il contatto skype di qualcuno.Quello che forse potrebbe incidere negativamente è il fatto che molti utilizzano skype esclusivamente per gestire contatti di lavoro mentre attraverso una integrazione dei contatti ci si potrebbe trovare con i diversi gruppi (lavoro, amici del ping pong, amici di vecchia data) tutti mischiati. Anche se credo che l’integrazione dei contatti sarà opzionale…e poi ci sono sempre le famose “liste” che nessuno utilizza :)

    • http://lucadelladora.com Luca Della Dora

      Potrebbe anche spingere gli utenti a utilizzare – finalmente – le liste per suddividere, come dici giustamente, i contatti e razionalizzare la megarubrica che ci troveremo a dover gestire.

      Per alcuni aspetti potrebbe diventare veramente comodo: vedo su Places che un mio contatto è dalle mie parti, lo contatto via Skype e ci incontriamo. Tutto in 2 click.

      Comodo dicevo, ma anche una gran seccatura se non vengono impostati dei filtri e delle opzioni che consentano di scegliere cosa condividere con chi.

      Per dire, sta mattina – di default – Places aveva le notifiche attive e consentiva a chiunque di utilizzarlo, senza richiedere nulla.

  • Pingback: Download e Nuovi Gruppi: ecco come cambia Facebook | Luca Della Dora / Thoughts and Sights

  • Pingback: Facebook è ora ufficialmente fidanzato con Skype | Luca Della Dora / Thoughts and Sights

More in Blog, Social Media (85 of 106 articles)
evolution-of-internet


(calma, leggere prima di agitarsi) Era inevitabile che accadesse, ed ora il momento è maturo: dopo anni di evoluzione, di ...