Leggi, pensaci, commenta se ti va.Iscriviti al feed RSS

Facebook e le Liste di interessi: il feed organizzato per argomenti

Poche ore fa Facebook ha introdotto una nuova funzionalità che permette agli utenti di raggruppare Facebook Page e persone famose per interesse, in modo da filtrare il News Feed e creare flussi di informazioni molto più specifici.

Facebook Interest Lists

Le Liste sono qualcosa di familiare a chiunque utilizza Twitter, Foursquare o Pinterest; Facebook invece le ha introdotte nel 2007 - per raggruppare gli amici, i colleghi, o i familiari - ma solo il 5% degli utenti le utilizza: perché allora le “Liste di interessi” dovrebbero avere un senso?

Perché fruire di informazioni su un tema specifico, senza “rumore di fondo” (il resto dei contenuti che compaino nel news feed), è un’esperienza più vicina a quella che una persona si aspetta quando acquista un giornale: sa che comprando la Gazzetta dello Sport probabilmente troverà notizie sulla sua squadra preferita, piuttosto che sul lancio dell’ultima reflex Nikon.

Facebook Lista Interessi - Argomenti

Creando una lista sarà possibile scegliere tra Pagine (Pages), Iscrizioni (Subscriptions) e Amici (Friends) che sappiamo trattano determinati temi, in modo da poter accedere ad una versione filtrata del News Feed in base all’interesse. È poi possibile scegliere se mantenere la Lista privata, aperta soltanto agli amici, o se renderla completamente pubblica, visibile e “seguibile” da chiunque.

Facebook List

È infatti possibile seguire le liste create da altri (ma anche da personaggi famosi, come ad esempio Pete Cashmore – Mashable): in questo modo gli utenti potranno così scoprire nuovi contenuti provenienti da fonti non ancora conosciute, ma soprattutto interagire con persone a cui interessano gli stessi temi, visto che nel News Feed notizie di pagine diverse, ma all’interno di una stessa Lista, compariranno una in fila all’altra. Si può poi scegliere se veder comparire soltanto alcuni tipi di contenuti piuttosto che altri (ad esempio soltanto foto, o soltanto status update) ed il tipo di frequenza delle notifiche (in base alle interazioni del proprio Social Graph).

Facebook List - Manage

Non sarà necessario aver fatto Like su tutte le Facebook Page all’interno di una lista per leggerne gli update, e questo pare un cambiamento in linea con la decisione – dall’introduzione Timeline per le Facebook Page – di non differenziare più la landing page per utenti fan e non-fan (con la scomparsa, di fatto, per le Welcome Tab).

È evidente da tempo l’impegno di Facebook di focalizzarsi sempre di più sull’Interest Graph (il rapporto che esiste tra le persone e i propri interessi), che, insieme al Social Graph (la mappa delle relazioni di tutti i 900 milioni di utenti), costituisce il patrimonio di Zuckerberg.

Questo non può che essere visto in maniera positiva da tutti i brand presenti su Facebook perché consente di offrire contenuti sempre più interessanti alle persone, avvicinandole a ciò che vogliono comunicare loro e creando una relazione che vada oltre il contatto “one-shot”. alle marche non è ancora permesso di creare le proprie Liste attorno a temi specifici, ma possono essere persone (ad es. il CEO, o un dipendente particolarmente attivo sul social web) ad essa legati a farlo; sarà poi ancor più cruciale individuare persone influenti su determinati temi e far sì che inseriscano la pagina del brand all’interno delle proprie Liste. Insomma, anche per i brand le opportunità sono tutt’altro che marginali.

Voi le userete?
Beh, potete iniziare a farlo cliccando qui sotto.
Facebook List

Pensate che saranno una cosa che continueranno ad utilizzare in pochissimi – come accaduto per quelle dedicate agli amici – o la possibilità di avere dei News Feed personalizzati per topic (come ad esempio in Twitter) cambierà il modo di fruire le informazioni? Chissà che non sia la curiosità di seguire la Lista dei quotidiani preferiti da Arianna Huffington (ad esempio) a spingere le persone a raggruppare i propri interessi in Liste…

  • http://twitter.com/kowalski81 Salvatore Covelli

    Ottimo articolo Luca! Chiaro e completo. Ho notato che al momento solo i profili personali possono utilizzare le liste, è prevedibile un allargamento anche le FanPage? Credo possa essere uno strumento di benchmarketing molto utile per monitorare i competitor…che ne pensi?

    • http://lucadelladora.com Luca Della Dora

      Ciao Salvatore! Grazie. :) Sì, al momento solo gli utenti e le cosiddette “celebrities” possono crearle, ma secondo me in futuro verrà data anche alle pagine la possibilità di crearle. Può essere interessante anche per quei brand che hanno tante pagine e vogliono permettere agli utenti di seguire, in un unico stream, tutti i topic di cui parlano (mi viene ad esempio in mente Disney). 

      L’approccio è molto simile a quello delle Cerchie di Google+ ed è interessante il modo in cui FB sta spingendo le Pages a creare contenuti di valore, che invoglino gli utenti a “iscriversi” ai flussi di conversazione. :)

      • http://twitter.com/kowalski81 Salvatore Covelli

        Sono d’accordo, i contenuti hanno sempre più importanza, così come la loro “cura” ed organizzazione in flussi tematizzati. Se la Timeline spinge i brand allo storytelling, le liste permetterebbero di strutturare le diverse conversazioni di marca in un unico ambiente più “omogeneo”.
        Domanda: ma se io posso ricevere gli aggiornamenti di un brand senza esserne “fan”, che senso ha allora il “mi piace” su una pagina?

        • http://lucadelladora.com Luca Della Dora

          Il Like continua ad avere importanza per una serie di motivi, uno dei quali è che per scegliere di inserire una FB Page in una Lista è necessario aver cliccato Like, un altro riguarda la condivisione dei contenuti – oltre che nello stream della Lista – anche nel News Feed “generico”. La volontà è quella di spingere le pagine a creare contenuti organici, e può funzionare anche come strumento per scoprire nuove fonti di informazioni: una sorta di motore di ricerca legato agli interessi. :)

          • http://twitter.com/kowalski81 Salvatore Covelli

            Guarda Luca, non so se sia un bug iniziale, io ho appena creato una lista con Pagine su cui NON ho cliccato like…mmm

          • http://lucadelladora.com Luca Della Dora

            No no, non credo sia un bug! La mia era una supposizione, ma evidentemente – ed ha senso – è possibile creare anche Liste con pagine su cui non si ha cliccato Like: in questo caso gli aggiornamenti li ritroverai soltanto all’interno della Lista però, e non nel News Feed “globale”. :)

  • Massimiliano Sarigu

    Possibile che davvero nessuno usi le liste? Io senza sarei morto!

    • http://lucadelladora.com Luca Della Dora

      Sì, sono d’accordo, e anche io non riesco ad immaginare un utilizzo di FB senza le liste per decidere chi può accedere ai miei contenuti, ma come aveva dichiarato Zuckerberg stesso (http://www.fastcompany.com/1693443/facebooks-big-announcements-dashboards-personal-information-downloads-friend-group-lists) sono veramente pochi gli utenti a utilizzarle. Penso che comunque questa nuova tipologia di Liste possa avere maggior impatto perché influisce non su quello che viene prodotto in termini di contenuti, ma su quello che le persone si trovano a fruire, rendendo attivo un processo (la fruizione) che – per sua natura – attivo non è. :)

  • GapareNet

    E’ possibile trovare il feed rss di una lista di interessi per poterla seguire con un aggregatore di notizie e non all’interno di FB ?

More in Blog, Facebook, Social Media (25 of 106 articles)
Facebook


Lo scorso fMC (facebook Marketing Conference) è stata l'occasione per Facebook di presentare una serie di novità importanti per i ...