Leggi, pensaci, commenta se ti va.Iscriviti al feed RSS

Gap e Foursquare di nuovo insieme: i fondatori posano per beneficenza

Dennis Crowley e Naveen Selvadurai modelli per una campagna di Gap? Beh, dopo il lancio della promozione con Facebook Deals, tutto avrei immaginato tranne questo. E invece è proprio così: i fondatori di Foursquare hanno posato – insieme a altri volti più o meno noti – per una campagna di Gap (affissioni, tv e online) per la raccolta di fondi destinati ad alcune organizzazioni no-profit.

La campagna di Gap è molto semplice: per ogni Like ricevuto dal video su Facebook verrà donato $1 a una delle fondazioni elencate nel video stesso (fino a un massimo di $150.000), inoltre presentandosi in un Gap Store US e dicendo Viral30, si riceverà uno sconto del 30% su qualsiasi prodotto acquistato.

Il concept che muove l’operazione parte dalla domanda “if you could give anything in the world, what would it be?” e ognuna dell celebrità convolute ha dato la sua interpretazione. Ovviamente Crowley e Selvadurai non potevano che fare riferimento a Foursquare: “For kids to know where they’re headed but remember where they’ve been”.

Crowley, contattato da BusinessInsider, ha spiegato di aver partecipato per sostenere CampInteractive – un organizzazione che si occupa di promuovere le attività all’aperto dei ragazzi, col supporto dell’innovazione e della tecnologia.
Ha poi voluto sottolineare come non sia la sua mano quella che passa sotto al braccio di Selvadurai :) , concludendo con un “almeno non ho in testa una corona…” – riferendosi alla copertina di Wired UK di Luglio.

Le iniziative benefiche sono da sostenere sempre quando portanto fondi a organizzazioni serie e impegnate in cause utili, e in questo caso a guadagnarci – oltre alle associazioni che riceveranno i fondi raccolti – saranno anche Gap – in termini di awareness e reputazione – e Foursquare, in un periodo cruciale per la sua sopravvivenza – con Facebook Places che inizia a fare la voce grossa grazie all’introduzione di Deals.

Gap sta lavorando in maniera intensa con i social media (dal 25% di sconto con Foursquare stesso, all’utilizzo di Groupon per offrire sconti a gruppi d’acquisto, alla – fallimentare – operazione di rebranding effettuata e cancellata, fino alla recente promozione dei “10.000 jeans gratis” con Facebook Deals) e i numeri sembrano dar ragione ai suoi uomini di marketing: dopo un crollo delle venite iniziato a Marzo, Ottobre ha visto Gap riguadagnare terreno sul territorio americano.

D’altra parte come dice un vecchio assunto del marketing tradizionale: devi stare dove stanno i tuoi consumatori, respirare la loro aria, parlare con loro, essere uno di loro.

Cosa ne pensate?
Credete che tutte queste iniziative siano, nel lungo periodo, inutili o pensate – come me – che utilizzare strumenti come Deals e Foursquare possa porre un brand in vantaggio rispetto ai competitors in termini di expertise e gestione delle strategie future?

E chissà che la prossima campagna non veda Zuckerberg protagonista…

More in Blog, Social Media (68 of 106 articles)
experiments-gap-places


E così - il 5 Novembre - è stato il grande giorno per Facebook Places: a pochi mesi dal lancio, ...