Leggi, pensaci, commenta se ti va.Iscriviti al feed RSS

Il 60% delle agenzie non investirà nella geolocalizzazione nel 2011: la notizia è che il 40% lo farà

C’è chi pensa che i budget utilizzati per la pubblicità siano soldi sprecati, figuriamoci poi se questa pubblicità è su internet…e non parlate di social media: a cosa volete che serva comunicare su Facebook, conversare su Twitter o, magari, pensare ad attività su Foursquare!?
Evidentemente non proprio tutti la pensano così, e una ricerca di STRATAG riporta alcuni dati interessanti, sia per farsi un’idea dei trend attuali – e quindi futuri – sia per comprendere il volume degli investimenti e i loro cambiamenti negli ultimi anni.
La spesa complessiva nel mercato digital è ancora dominata dal display advertising (banner, bottoni, pop-up & co.) che per l’81,5% degli intervistati è ancora la prima scelta; seguita a ruota dal search adv (messaggi riportati a seconda delle keywords impostate dall’utente sui motori di ricerca) con il 67,7%.

Una delle tendenze del momento è senz’altro la geolocalizzazione, in cui il 57,4% degli intervistati dichiarano di non avere in programma di investire nel corso del 2011: delusi? Io credo che sia significativo piuttosto che il 43,6% dichiari il contrario – per un trend così giovane credo sia una cifra davvero interessante. Facebook Places e Foursquare sono – ovviamente – i due attori con maggior peso su questo mercato: Crowley porta a casa il 22% degli investimenti mentre Zuckerberg il 24% – in prospettiva chiaramente.

I motori di ricerca sono ancora la prima scelta nella spesa di advertising online come dichiara il 79,4% degli intervistati, contro il 65,1% che mette al primo posto i social media (Facebook rimane padrone incontrastato di questa categoria con l’87,9% di preferenze) e il 36,5% che punta sui siti di informazione.

Passiamo ora al mercato mobile, che sarà probabilmente quello che offrirà maggiori opportunità nel futuro più prossimo: nonostante questo le agenzie dichiarano che il 97% dei propri clienti non hanno richiesto di investire su piattaforme come iAd. Miopia degli investitori, paura del troppo controllo da parte di Apple sulla piattaforma o c’è altro?

Il mercato riferito al mobile advertising è cresciuto del 79%, raggiungendo un investimento di $743 – secondo quanto tiporta eMarketer -  e nel 2011 supererà $1.1 miliardi, per toccare i $2.5 miliardi nel 2014: insomma, cifre che fanno pensare ad uno spostamento dei budget non indifferente a sfavore dei media tradizionali.
Avete qualche altro dato interessante in materia? O qualche considerazione particolare su quanto ci raccontano questi report? Quello che mi stupisce di più e la non volontà di investire in geolocation services da parte di poco più della metà delle agenzie intervistate: mi sarei aspettato una percentuale molto più vicina all’80% piuttosto che al 60%.

È pur vero che tutte queste statistiche sono riferite al mercato americano – sicuramente più maturo rispetto al nostro – ma per prevedere i trend è comunque un riferimento interessante e credibile.

More in Blog, Social Media (72 of 106 articles)
2 miliardi di utenti online


Entro fine anno saremo in 2 miliardi! No, non mi sono perso quasi 5 miliardi di abitanti della Terra (ah, ...