Leggi, pensaci, commenta se ti va.Iscriviti al feed RSS

Twitter, i brand e il comportamento dei consumatori

Che Twitter sia un formidabile strumento per comunicare le proprie offerte, per dare assistenza in modo rapido o per condividere contenuti interessanti per i potenziali (o attuali) consumatori del proprio brand, è ormai cosa assodata: molte aziende lo fanno, e lo fanno molto bene.

Twitter-Behavior

Ma quali sono poi, in termini di propensione all’acquisto e di fedeltà alla marca, i reali vantaggi che l’utilizzo di Twitter porta veramente?

È sicuramente una domanda che tutti si sono posti almeno una volta, sia da utenti che da responsabili marketing di una qualsiasi azienda che abbia deciso di sfruttare i 140 caratteri messi a disposizione. E chi non l’ha fatto, beh, dovrebbe pensarci seriamente se sta per cliccare “Signup” su twitter.com.

Una ricerca condotta da Constant Content e Chadwick Martin Bailey oggi risponde a questa domanda, riportando una serie di dati davvero interessanti, e – per certi versi – curiosi, che meritano più di una riflessione.

Metà degli utenti di Twitter dichiarano di essere online più volte in un’ora – contro il 29% della media degli utenti internet in generale, che invece navigano, per la maggior parte, una volta ogni paio d’ore: quindi persone decisamente connesse e con cui l’interazione è – per forza di cose più frequente.

Quasi l’80% dichiara di seguire meno di 10 brand: questo significa che sono utenti molto selettivi, e non eseguono il Follow in maniera “complusiva”, ma lo fanno solo per le marche che gli interessano veramente, o che condividono contenuti (che possono essere, ad esempio, offerte, notizie interessanti, anteprime o qualsiasi altra cosa che generi per loro valore).

Essere già consumatori di quella marca è il motivo che spinge il 64% a seguirla, e il 61% dichiara di iniziare a seguirne una per sapere in anticipo tutto ciò che la riguarda: insomma essere coinvolti in ciò che il brand comunica, e vivere l’esperienza in prima persona, è una gratificazione che interessa una grossa fetta di utenti.

Motivo Per Cui Seguono un Brand su Twitter

Sono poi ben il 60% ad affermare la loro maggior propensione a consigliare una marca dopo aver iniziato a seguirla, ma la cosa più importante – e che sicuramente dovrebbe interessare qualunque brand decida di rivolgersi ai propri consumatori (sia attuali che prospect) è che ben il 50% delle persone è più propenso all’acquisto dopo il follow. Insomma, per 1 persona su 2, ricevere informazioni e offerte, dialogare e constatare che con quella marca si può intrattenere una relazione, è decisamente importante.

Propensione all'acquisto Twitter

Con circa 120 milioni di utenti attivi, vale la pena di chiedersi veramente come servirsi al meglio di uno strumento tanto utile non solo per gli utenti, ma anche per quelle marche che vogliono dialogare e conoscere i propri consumatori, capire i loro bisogni e il loro umore, o, perché no, ascoltare i loro consigli – perché alla fine dei conti, spesso questo è quello che conta davvero per soddisfarli.

Vedi la ricerca completa qui.

More in Blog, Twitter (47 of 105 articles)
Facebook


Tra tutte le novità lanciate nelle ultime settimane da Facebook, quelle più interessanti non sono tanto quelle legate al cambiamento ...